Sostegno alla genitorialità

“Ci sono due cose durature che possiamo lasciare in eredità ai nostri figli: le radici e le ali” (W. Carter)

Diventare genitori è un evento che rivoluziona l’esistenza. Rimescola le carte della propria vita, a livello di identità personale, di priorità, di vita di coppia, di rapporti con il lavoro e con la propria famiglia. Genitori e figlioNon è solo l’arrivo di un nuovo membro nella famiglia, è acquisire dei nuovi ruoli, legati a speranze, progetti, doveri, aspettative. Tutto questo può essere bellissimo ed entusiasmante, ma anche fonte di ansia e di preoccupazione. Si ha paura di sbagliare, di non essere all’altezza del proprio compito, e man mano che il bambino cresce e alcune abitudini o ruoli si consolidano, ecco comparire dei nuovi problemi, delle nuove sfide.

Molti genitori riescono a creare dei nuovi equilibri, con se stessi, con il partner e con la famiglia, e a stabilire una buona relazione con il proprio bambino, ma non sempre è facile. La domanda “starò facendo bene?” può portare a sentirsi insicuri del proprio ruolo e ad adottare atteggiamenti incoerenti, oscillando da un estremo a un altro.

Essere genitori è ancora più complesso in caso di:

  • Separazioni e divorzi
  • Famiglie ricostituite, quelle cioè in cui si trovano insieme figli di unioni precedenti
  • Famiglie monoparentali, in cui i figli vivono con un solo genitore
  • Famiglie omoparentali, quelle cioè formate da coppie omosessuali, che sono sempre più diffuse

Genitori e figliOgnuna di queste situazioni presenta sfide particolari, che può essere difficile affrontare da soli. Spesso per i genitori è difficile chiedere aiuto o confrontarsi con un professionista, in quanto ciò è visto come l’ammissione di un fallimento da parte loro. Ma non è così. Consultare uno psicologo può essere di aiuto per riscoprire le proprie risorse e potenzialità, interne ed esterne, affrontare delle situazioni problematiche tempestivamente e vivere con maggiore serenità il proprio ruolo di genitore.